Una decina di docenti scoraggiati, delusi, critici (in ogni scuola ce n’è sempre qualcuno) ed ecco fatto l’articolo di colore sulla scuola, triste e lamentoso, pieno di recriminazioni sulla società brutta e cattiva, ingiusta contro i poveri insegnanti, su ragazzi storditi dai videogiochi e dagli smartphone, sui politici sordi e ciechi, a tutt’altro interessati.