Sugli “Orientamenti per l’apprendimento della Filosofia nella società della conoscenza”(2)

Filosofia e/o Critical Thinking? Parte prima|Parte seconda Un filosofo passeggiava lungo un lago, quando notò un nuotatore che muoveva affannosamente le braccia e gridava: Aiuto! Un crampo! Affogo!”. “Interessante!” disse il filosofo. “Non faccia caso a me!” “Aiuto! Lei deve salvarmi!” Perchè mai?” “Non ha mai sentito parlare di imperativo categorico?” “Io credo nel principio... Continue Reading →

Gorgia, “Sulla natura o sul non essere»

Filosofia, gioco argomentativo e argument mapshttps://commons.wikimedia.org/wiki/File:Gorgias.jpgLa filosofia è al suo meglio gioco argomentativo. Lasciamo perdere poi se i filosofi si prendono troppo sul serio,In un libro di qualche anno fa Ermanno Bencivenga catalogava i filosofi in tre ideal-tipi: il guardiano della tradizione, il ribelle, lo scettico. Gorgia da Leontini appartiene sicuramente al terzo ideal-tipo del filosofo.... Continue Reading →

Sugli “Orientamenti per l’apprendimento della Filosofia nella società della conoscenza”(1)

A che serve studiare Filosofia nella “Società della conoscenza”? Parte prima | Parte seconda Questo è il primo di due post dedicati all’analisi del documento del MIUR pubblicato nel mese di Dicembre dal titolo ‘Orientamenti per l’apprendimento della Filosofia nella società della conoscenza’, a cura del Gruppo tecnico-scientifico di Filosofia, coordinato dal Direttore Generale, Carmela... Continue Reading →

“La scomparsa del pensiero” di Ermanno Bencivenga

Mi sono ritrovato spesso nelle posizioni di Ermanno Bencivenga intorno a come si dovrebbe insegnare la filosofia, e a cosa si dovrebbe insegnare della Filosofia, a scuola. Non potevo perciò fare a meno di leggere il suo ultimo libro (pubblicato nel maggio del 2017), La scomparsa del pensiero (Feltrinelli, pp.137, euro 15,00). E’ un libriccino composto di una breve prefazione e di 4 capitoli: 1.Una mutazione antropologica?; 2.Necessità e virtù; Pratica e grammatica 4. A scuola di ragionamento.

Blog su WordPress.com.

Su ↑